Disturbo depressivo

12 Lug, 2011 by

Disturbo depressivo

La depressione è caratterizzata da cambiamenti fisiologici, dell’umore, del modo di pensare, del comportamento.

Secondo i criteri diagnostici del DSM-IV-TR , si può porre diagnosi di disturbo depressivo maggiore in presenza di almeno cinque dei seguenti sintomi per un periodo di due settimane:

  • umore depresso per la maggior parte del giorno e quasi ogni giorno
  • marcata diminuzione di interesse o di piacere per tutte, o quasi, le attività:
  • significativa perdita o aumento di peso (senza essere a dieta) o di appetito;
  • insonnia o ipersonnia;
  • agitazione o rallentamento psicomotorio;
  • faticabilità o mancanza di energia;
  • sentimenti di auto svalutazione o di colpa eccessivi;
  • ridotta capacità di pensiero, di concentrazione o indecisione;
  • pensieri ricorrenti di morte o tentativi di suicidio o ideazione suicidaria.

 

Alcuni dati sulla depressione

trattamento depressione crema

Da numerose indagini epidemiologiche risulta che dal 4 al 10% degli adulti, il 2% dei bambini e il 4% degli adolescenti ha in un anno un episodio di depressione che dura almeno due settimane. Circa il 15% delle persone ha un episodio di depressione almeno una volta nel corso della vita (una donna su quattro e un uomo su otto).

 

Per lo più la depressione si manifesta apertamente per la prima volta tra i 20 e i 50 anni, ma si può iniziare anche prima, spesso tra i 15 e i 19 anni, e talvolta anche dopo i cinquanta anni. La frequenza è maggiore tra i 35 e i 45 anni e diminuisce dopo i 60.

 

Secondo l’ Organizzazione Mondiale della Sanità, fra tutte le malattie la depressione è al quarto posto in ordine di importanza per sofferenze e disabilità che provoca.

Sintomi Depressione:

  • Pessimismo e mancanza di speranze, fino alla disperazione
  • Diminuzione dell’interesse sessuale
  • Irritabilità: sembra strano, ma chi è depresso è spesso intollerante non solo verso i propri difetti, reali o immaginari, ma anche verso i difetti e gli sbagli degli altri.
  • Difficoltà di memoria
  •  Crisi di pianto
  • Ansia, stato di apprensione o di allarme
  • Problemi digestivi, mal di testa, dolori vari
  • Visione negativa di sé (“non valgo nulla”, “è tutta colpa mia”, “sono un incompetente”..), del mondo (“tutto è difficile”, “il mondo è pericoloso”, “nessuno mi capisce”, “tutto ciò che mi succede è ingiusto!”), del futuro (“andrà tutto male”, “non sarò simapatico a nessuno”; “non ce la farò mai ad uscire da questa depressione”

 

Possibili cause della depressione:

  • La depressione è dovuta a cause molteplici e diverse da persona a persona (ereditarietà, ambiente sociale, lutti familiari, problemi di lavoro…). Le ricerche mostrano tuttavia la presenza di tre principali cause:
  • cause biologiche: si sono riscontrati cambiamenti nella regolazione dei cosidetti neurotrasmettitori quali la serotonina e la noradrenalina, sostanze chimiche che controllano nel cervello il passaggio degli impulsi nervosi. La diminuzione della noradrenalina porta a minore iniziativa (minore capacità di sollevare il telefono, di lavarsi, di uscire); la diminuzione di serotonina porta a un peggioramento del sonno e a interagire peggio con gli altri e aumenta la tendenza a pensare ossessivamente alle cose
  • cause genetiche: i parenti di primo grado di una persona con disturbo depressivo maggiore hanno un rischio 2-3 volte più alto di avere nella loro vita un episodio depressivo
  • cause psicologiche: le esperienze che hanno caratterizzato la nostra vita, particolarmente quelle dell’infanzia, possono favorire una vulnerabilità acquisita alla depressione. Questa vulnerabilità non necessariamente porterà tutti alla depressione. Alcune delle persone vulnerabili possono vivere tutta la vita senza sperimentare mai la depressione o fino a quando succede qualcosa che la fa scattare. Questo fattore scatenante è spesso qualche tipo di tensione, o un evento spiacevole che sconvolge la vita. In genere sono proprio quegli eventi che si accordano con il nostro tipo di vulnerabilità (la rottura di una relazione, la perdita del lavoro, la morte di una persona cara, la morte di un animale domestico…).

 

Trattamento Depressione Crema

Trattamento depressione cremaAlcuni recenti studi hanno dimostrato che l’abbinamento della terapia cognitivo-comportamentale a un trattamento farmacologico, sotto stretto controllo medico, è tra i sistemi più efficaci per curare la depressione. Il trattamento cognitivo comportamentale va ad intervenire su diversi livelli del disturbo. Le diverse fasi dell’intervento sono:

– riduzione della sintomatologia depressiva attraverso lo svolgimento di compiti a casa. I compiti sono molto importanti in questa forma di terapia perché portano la persona depressa ad impegnarsi per migliorare anche al di fuori degli incontri.

– approfondimento circa l’origine del sintomo ed individuazione di circoli viziosi che mantengono la sintomatologia depressiva al fine di spezzare i meccanismi che reiterano ed aggravano i sintomi

–  individuare le idee irrazionali e gli errori di ragionamento alla base del disturbo depressivo con l’obiettivo di sostituirli con pensieri più funzionali al ridurre la sintomatologia

Prenota subito il primo colloquio gratuito:

Per ricevere maggiori informazioni o prenotare un primo colloquio gratuito potete contattare la Dott.ssa Elisabetta Lunghi tramite mail all’indirizzo elisabettalunghi@psicologacrema.it, oppure telefonando al numero 348 45 30 256

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares